Circolo letterario su "Il silenzio dei satelliti" di Clemens Meyer (Keller)

#

  18:30
Ubik Novarcadia Casalpalocco
  Locandina
Via Senofane 143, 00125 Roma (RM), Italia

Il silenzio dei satelliti

Meyer Clemens

Keller (2019)
16.5 €
 9788899911348
Il guardiano di un complesso che confina con il campo profughi; l'amicizia notturna tra due donne schiacciate dalla vita; il proprietario di un chiosco che s'innamora di una ragazza musulmana, ma non osa ammetterlo nemmeno a se stesso; un macchinista che ama la routine del suo lavoro finché il treno non incrocia un uomo che ride, immobile, sui binari. E ancora, un vecchio signore che scava nei ricordi guardando il Mar Baltico e un fantino fallito col sogno di gareggiare a St. Moritz, sul lago ghiacciato... Clemens Meyer torna, dopo lo straordinario romanzo Eravamo dei grandissimi, e incanta con storie che raccontano di battaglie perse e desideri travolgenti, mettendo a fuoco le mille facce del nostro tempo: l'immigrazione e la povertà, il disagio e la sofferenza che segnano ogni essere umano, ma anche l'amore e la speranza.Una scrittura magnetica, materica, intrisa di una forza dirompente che difficilmente si dimentica.
@patrizianiutta
17 settembre 2019
In un tempo sospeso, in cui il Gegenwärtig (il presente, l’attuale) è un concetto relativo, direi mobile, e il passato incombe nel ricordo recente di una Germania divisa in due, si muovono i protagonisti di questi racconti. Ritratti frammentari di vite che hanno conosciuto la guerra, l’occupazione, l’odio. La caduta del muro, nel 1989, ha chiuso un capitolo, ma riunificato forse solo apparentemente un popolo che ha vissuto in maniera totalmente diversa il dopoguerra, la cui stessa lingua ha avuto un’evoluzione diversa. Con un linguaggio secco, ma non aspro, lucido e perciò più coinvolgente, Clemens Meyer descrive solitudini, esistenze al margine, amori rimpianti, avidità, paura. Un’umanità varia, sperduta in un mondo che “è andato a ramengo dappertutto”, ma che ancora spera, nonostante tutto.